Page 10 - Quaderno delle semine 2021 | Agri-Pet
P. 10

 Piccole regole di consociazione
- Evitare la coltivazione vicina di piante della stessa famiglia botanica, come patate e pomodori; perché tendono a consumare le stesse sostanze nutritive, impoverendo velocemente il terreno e indebolendosi a vicenda.
- Consociare una leguminosa all’interno dell’orto, permette di fissare una maggior quantità di azoto atmosferico nel terreno, grazie all’azione di batteri detti azoto- fissatori presenti nelle loro radici.
- Coltivare insieme piante che hanno disparità di crescita: la prima avrà tutto lo spazio per svilupparsi rapidamente, mentre l’altra crescerà al suo ritmo, trovando poi lo spazio libero al momento della sua maturazione.
- Non mettere vicini ortaggi con sviluppo radicale uguale, ma coltivare piante con radici superficiali assieme a piante con radici profonde, per sfruttare al meglio la fertilità del terreno.
- I piselli crescono bene se coltivati in consociazione con finocchio, carote, cavoli, lattuga, ravanelli; non si devono coltivare con aglio, cipolla, fagioli, prezzemolo. Ancora: la carota cresce bene vicino a piselli, aglio, pomodori, cipolle, ravanelli e non bisogna però coltivarla nello stesso posto per tre anni, per evitare l’attacco dei parassiti. Inoltre, il rosmarino, l’assenzio, e la salvia in
particolare allontanano la mosca della carota.
E la cipolla?
La cipolla cresce bene con carota, pomodori, peperone, melanzane e cavoli, può essere coltivata avvicendata alle patate, i piselli, le fave, i pomodori; solo dopo che siano trascorsi otto anni dalla precedente coltivazione si potrà ricoltivarla con successo nello stesso posto.


























































































   8   9   10   11   12