Page 8 - Quaderno delle semine 2021 | Agri-Pet
P. 8

 Voglia di bio
Oggi il prodotto biologico è sempre più diffuso: un con- cetto che vale anche per l’orto? Sì, è proprio così. La voglia di ortaggi sani e coltivati in modo naturale è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni, tanto da diventare un vero e proprio trend, influenzando anche l’offerta merceologia di punti vendite e catene. Ma proviamo a dare una definizione, anche se veloce, del concetto di biologico. La coltivazione biologica non prevede, per sua natura, operazioni ricollegabili a interventi artificiali e l’utilizzo di prodotti chimici a qualunque livello. I ter- reni coltivati secondo questo principio dovrebbero essere anche situati non in pros- simità di appezzamenti coltivati con metodi tradizionali, proprio per evitare possibili contaminazioni. L’orto familiare, se organizzato e realizzato con i dovuti accorgimenti,
potrebbe essere già di per se stesso biologico.
Più complesso è il concetto di biodinamico, nato molto prima del biologico: approccio che mira a tutelare la biodiversità, anche grazie alla rotazione delle colture, così da garantire quell’interconnessione naturale tra gli elementi. Pertanto, la coltivazione biodinamica è più complessa e fonte di studio costante, mentre quella biologica, altrettanto valida, è più semplice nella sua gestione. Quindi, ognuno di noi può coltivare facilmente un orto biologico, partendo da materiale di propagazione bio e facendo ricorso a prodotti naturali e non di sintesi.
Il dato in grande
L’auspicio di FederBio e WWF, sulla spinta del Green Deal europeo, è l’avvio nel 2021 della necessaria transizione ecologica dell’agricoltura, con l’obiettivo del 40% della superficie agricola utilizzata nel nostro Paese certificata in biologico entro il 2030, per dare una risposta coerente alle crescenti richieste dei consumatori.





























































































   6   7   8   9   10